SIRAGUSA

CO.CROM – COntemporary CROMlech Sculpture

Scultura, Cemento

Dimensioni: cm 25 x 19 x 8

Cromlech è una parola gallese che indica strutture megalitiche preistoriche, in cui “crom” significa curvata e “lech” significa pietra piatta.

In inglese il termine si riferisce di norma ai dolmen, ritenuti resti di camere sepolcrali preistoriche.

Il più famoso ed enigmatico è il cromlech di Stonehenge, la sua costruzione sembra essere stata svolta tra il 2800 a.C. ed il 1100 a.C. in quattro diverse fasi, ha orientazioni riconducibili allo studio astronomico, infatti probabilmente era destinato al culto del Sole. È possibile che venisse usato per “contare” le fasi lunari e anche come una specie di orologio che si basava sul fascio di luce riflesso da una pietra posta poco lontano dall'”entrata principale”. Finora però non ci sono teorie esatte ma soltanto ipotesi sullo scopo dei cromlech. A Nabta Playa vi è un cromlech calendariale, dove due monoliti hanno allineamento Nord-Est in direzione del sorgere del sole il 21 giugno e risulta essere più antico di Stonehenge di almeno mille anni.
Il termine, inoltre, è occasionalmente impiegato per indicare alcuni esempi più complessi di architettura megalitica, come il cromlech di Almendres in Portogallo.

L’opera concettuale “Co.Crom / COntemporary CROMlech”
pone a confronto due ere molto lontane fra loro ma
unite da un ritorno alle forme essenziali, al minimalismo.

Il cemento utilizzato per costruire la scultura rappresenta un materiale “tombale” (cosi come la pietra destinata ai Dolmen, dei quali i cromlech ne sono una composizione) che pone fine alla vita della natura la quale deve fare spazio alla costruzione edile.

CONTATTACI

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.